info@piandeiciliegi.it   Tel. +39 0523878948 - 3291269064  facebook   googleplus

logopdc

  • Home

Avarana sutta-gli ostacoli

fiume esinoANGUTTARA NIKAYA 5.51
Avarana Sutta - Gli Ostacoli

In questo sutta il Buddha utilizza un paragone molto utile ad illustrare l'effetto che i 5 ostacoli alla meditazione hanno nell'indebolire l'impulso al progresso nella pratica. Il sutta:

Una volta il Beato soggiornava a Savatthi, nel Boschetto di Jeta, nel Convento di Anathapindika. Là si rivolse ai monaci, "Monaci! ""Sì, signore" - i monaci risposero...

Leggi tutto

Cenni sull'oggetto di meditazione

cloud oggettiGestione degli oggetti in meditazione: oggetti primari e oggetti secondari

All’inizio della pratica meditativa, lo yogi riceve un oggetto di meditazione. In lingua Pali si
chiama kammatthana, che letteralmente significa “luogo di lavoro/attività”, esso è il “terreno” per
la coltivazione degli stati mentali della concentrazione e della visione profonda.

Leggi tutto

Il "principio" base in vipassana

faroOgni volta che sorge un dubbio riguardo alla pratica meditativa semplicemente ricordiamoci del “Principio”su cui si fonda...

Il “principio” alla base della vipassana è quello di osservare ogni processo fisico e mentale che è predominante nel momento presente. Noi stiamo semplicemente prendendo nota e osservando ciò che si presenta nel campo della coscienza, non lo facciamo con l’intento di cambiare o eliminare alcunché e lo facciamo nel modo più distaccato e dis-identificato possibile. Noi osserviamo ogni cosa, non una sola e permanente, ma qualsiasi cosa si presenta naturalmente nel campo della consapevolezza in maniera chiara ed ovvia ai cinque sensi e alle coscienze ad essi collegate, nel corpo e nella mente.

Leggi tutto

Quando meditare

medit3Quando si decide di sedersi e meditare, si applica ciò che viene descritto negli insegnamenti del Buddhismo, ovvero si passa alla pratica....

Leggi tutto

Consapevolezza di vipassana

scientific buddhaLa consapevolezza di vipassana è un particolare tipo di presenza mentale: esiste solo nel momento presente, sorge con ciò che conosce...

Leggi tutto

Cosa fare in meditazione

am-i-meditating-correctlyUn buon modo di approcciarsi alle proprie sessioni di meditazione, sia sedute che camminate, è quello di farlo nella prospettiva di esaminare e riferire le proprie esperienze meditative. In effetti è proprio quello che in effetti accade durante i ritiri intensivi, ogni giorno o ogni due abbiamo un colloquio con l'insegnante, o un suo assistente che serve a verificare l'andamento della pratica. Qualche consiglio:

Meditazione seduta: per prima cosa scegliete il vostro oggetto principale e primario, fate qualche prova per trovare quello che é più adatto a voi, ma poi cercate di non cambiare in continuazione, ne soffrirebbe la stabilità della vostra meditazione.

Continua a leggere

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.